Gates nel 1975 scrive un articolo sul problema dell’ordinamento delle frittelle (nella letteratura in lingua inglese, Pancake sorting è una variante degli algoritmi di ordinamento in cui l’unica operazione ammessa è invertire gli elementi di una parte iniziale – un prefisso – della successione), proponendo una soluzione migliorata solo nel 2008. Il 1º gennaio del 1979 Bill Gates spostò la Microsoft con i suoi 16 dipendenti a Seattle (Washington). Nelle assunzioni Gates preferì persone intelligenti e senza precedente esperienza di lavoro. L’espansione portò allo sviluppo di un foglio di calcolo elettronico Multiplan per Apple II e per PC con sistema operativo CP/M nel 1982 e di Microsoft Word nel 1983.

Bruce Horn negli stessi anni era studente ospite alla Xerox e aiutò nella programmazione di Smalltalk (in italiano: conversazioni). Smalltalk era un linguaggio di programmazione sperimentale, object-oriented, ma aveva un’interfaccia grafica con testo selezionato per mezzo di un mouse (a tre tasti), menù di tipo pop-up, finestre (windows). Nel 1980 Bruce Horn portò Smalltalk su una macchina basata su processore Intel 80186, il Mycron-2000. Negli stessi anni la Apple Computer distribuì varie ytc6ytcvyuoperativo DOS e la Digital Reaserch scrive il CP/M. Tim Paterson partendo dai sorgenti del CP/M scrive in un paio di mesi il sistema operativo QDOS (Quick and Dirty Operating System) per essere usato sui computer basati sull’Intel 8086 prodotti da Seattle Computer Products al posto del CP/M-86 che la Digital Research tardava a completare.

Tim Paterson mostra a Microsoft il suo 86-DOS e, nel dicembre 1980, Gates acquistò il sistema operativo SCP-DOS da Seattle Computer Products, chiedendo i diritti per un cliente che non specificava (si trattava dell’IBM, la madre Mary Gates era nel c.d.a. della United Way con il CEO John Opel).[14] Microsoft pagò meno di 100 000 $ per i diritti del sistema operativo, con il nome 86-DOS. Microsoft chiamò Paterson, che la SCP non aveva legato con un contratto esclusivo, per adattare il 86-DOS all’IBM 5150 PC e poi al PC-XT dell’IBM. Il sistema operativo modificato è chiamato MS-DOS. L’IBM si rifiutò di comperare la licenza di MS-DOS e allora Gates fece un accordo secondo cui avrebbe fornito all’IBM i sistemi operativi per la nuova linea di personal computer. L’IBM a sua volta modificò leggermente il sistema operativo e lo chiamò PC-DOS.

Steve Jobs della Apple vide Smalltalk al PARC della Xerox e ottenne la collaborazione di Bruce Horn dal 1981 al 1984 per sviluppare un PC con interfaccia grafica Lisa. Non essendoci il tempo per sviluppare un sistema operativo object-oriented su un altro sistema, si mantiene parte delle apparenze esterne. Per esempio Apple adottò un mouse con un solo pulsante invece di tre. Il Lisa fu poi sostituito dal Macintosh. Apple ottenne l’aiuto della Microsoft per scrivere alcune applicazioni per quest’ultimo che così ottenne una visione di primo piano delle API, pezzi del codice sorgente, ecc. della nuova interfaccia grafica. Questo portò allo sviluppo di Microsoft Word per Macintosh nel gennaio 1984 e di Microsoft Excel nel settembre 1985.

Nell’aprile 1983 la Microsoft adottò il mouse in alcune applicazioni come EDIT e poi nel novembre 1983 in un’interfaccia grafica funzionante sul sistema operativo MS-DOS. Questa interfaccia grafica si sviluppò poi nel 1985 in Windows 1.0, via via sviluppata fino alla versione Windows 3.1 nel 1992. L’introduzione di Windows 3.1 segna una delle pietre miliari di un percorso molto controverso che la Microsoft ha scelto. Infatti fino a Windows 3.1 l’interfaccia grafica è compatibile con DR-DOS. La Digital Research infatti rispose nel 1985 con GEM-DOS (GEM = Graphical Environment Manager oltre a significare gemma in inglese) e poi, nel 1988 trasformò CP/M nel DR-DOS. Fino al 1992 la Microsoft si trovò in regime di concorrenza, con varie versioni di sistemi operativi (PC-DOS, DR-DOS, etc.) con distribuzioni di versioni più o meno parallele. Ancora oggi possiamo trovare sul mercato le versioni più recenti, a parte MS-DOS che si è fermato alla versione 7.0. Infatti nell’agosto 1995 la Microsoft introdusse Windows 95, che è il primo sistema operativo grafico dell’azienda ed il secondo che abbia un successo commerciale dopo quello del Macintosh (se si esclude il Commodore Amiga). Negli stessi anni la Microsoft introdusse le versioni per MS-DOS dei vecchi linguaggi FORTRAN (che data dal 1954) e COBOL (che data dal 1959).

Nel 1985 Microsoft e IBM incominciano una collaborazione per la successiva generazione di sistemi operativi, l’OS/2 e IBM distribuisce l’ambiente grafico Topview precursore dell’interfaccia grafica che sarà usata sull’OS/2. Questo è anche l’anno dell’80386. La collaborazione con l’IBM dura fino al 1991, anno in cui Gates decide che non serve più e modifica il nome del proprio OS/2 in Windows NT. Nel marzo 1986 la Microsoft fu quotata in borsa. L’offerta iniziale per azione di 21 000 000 $ fece diventare Bill Gates di colpo un milionario. Nel 1987 all’annuncio di Microsoft e IBM della distribuzione di OS/2 v. 1.0, che avrebbe dovuto sostituire MS-DOS, le azioni raggiungono i 100 000 000 $ di quotazione. Si suppone che Gates sia, sul principio degli anni duemila, l’uomo più ricco del mondo.

Nel giugno 1992, Gates viene premiato con la National Medal of Technology and Innovation dall’allora Presidente degli Stati Uniti d’America George H. W. Bush. Nel 1993, alla distribuzione della versione MS-DOS 6.0 spregiudicatamente include un’applicazione di compressione chiamata DoubleSpace dopo una consulenza con Stac Electronics conclusa senza accordi relativi. Stac Electronics cita in giudizio la Microsoft e vince la causa. La Microsoft è costretta a distribuire MS-DOS 6.21 senza DoubleSpace, ma il danno è fatto. L’anno dopo con MS-DOS 6.22 è incluso DriveSpace che è invece prodotto internamente, anche se il principio è lo stesso.