L’IRBM Science Park SpA è una società italiana, fondata nel 2009 a Pomezia, operante nel settore della biotecnologia molecolare, della scienza biomedicale e della chimica organica. Una delle maggiori aree di ricerca dell’Istituto è la scoperta di nuovi farmaci nelle aree terapeutiche della neurodegenerazione, dell’oncologia e delle malattie infettive e parassitarie. Nei laboratori dell’IRBM, i ricercatori della società partecipata Advent hanno messo a punto il vaccino italiano anti-ebola, il cui brevetto è stato acquistato nel 2013 dalla società britannica Gsk.

L’IRBM Science Park SpA nasce come spin-off dell’Istituto di Ricerca di Biologia Molecolare P. Angeletti SpA (IRBM), fondato nel 1990 come joint venture tra la multinazionale farmaceutica americana Merck Sharp & Dohme (MSD) e l’italiana Sigma Tau. Dal 2000 al 2009 l’IRBM è di proprietà della sola Merck, anno in cui il colosso americano si fonde con la azienda farmaceutica americana Schering Plough, prendendo il nome di Merck & Co., e decide di dismettere il centro italiano nell’ambito di un processo di ristrutturazione internazionale e riorganizzazione dei processi di ricerca di base. La Merck e Co. cede il Centro di Ricerca ad una nuova società, la IRBM Science Park, di proprietà di Piero Di Lorenzo.

Nell’IRBM Science Park sono ospitate queste iniziative:

> IRBM: sito di ricerca che conduce progetti di ricerca integrati nel campo chimico farmaceutico per l’identificazione di nuovi agenti terapeutici sia di origine chimica che biologica;

> ADVENT: azienda per lo sviluppo e produzione di vaccini adenovirali per uso clinico;

> CNCCS: consorzio pubblico-privato costituito nel 2010 dal CNR, Consiglio Nazionale delle Ricerche, dall’ISS, l’Istituto Superiore di Sanità e da IRBM per la creazione e l’implementazione della Banca Europea di “Composti” chimici e lo studio di una serie di malattie rare, trascurate e della povertà;

>PROMIDIS: i cui laboratori sono situati presso l’Università San Raffaele di Milano, effettua ricerca chimica e sviluppo sperimentale nel campo delle altre scienze naturali, farmaceutico e di processo.
Storia[modifica | modifica wikitesto;

L’IRBM ha rilasciato 25 molecole che avanzano in sviluppo preclinico e clinico. Questi includono:

> Farmaco commercializzato Isentress™, il cui principio attivo, il raltegravir, inibitore dell’integrasi dell’HIV, blocca l’enzima coinvolto nella replicazione dell’Hiv, per il trattamento dell’HIV/AIDS, che è valso il Premio Galeno USA 2008 per il miglior agente farmaceutico;

> Grazoprevir, un inibitore della proteasi HCV pan-genotipica attualmente in fase avanzata negli studi clinici; Niraparib, inibitore selettivo delle PARP-1 e PARP-2;

> Zolinza (SAHA), inibitore degli istoni deacetilasi (HDAC) per il trattamento del linfoma cutaneo a cellule T in fase avanzata, in cui il team ha dato un contributo per lo sviluppo.

> Nei laboratori dell’IRBM Science Park un team di ricercatori italiani e americani ha messo a punto il vaccino anti-ebola Chad3Ebola-Zaire, un adenovirus monovalente in grado di neutralizzare il ceppo «Zaire» del virus, concepito e realizzato da OKAIROS, società biotech fondata dal Prof. Riccardo Cortese, con la quale l’IRBM ha costituito la joint venture paritaria Advent.

IRBM Pomezia sta lavorando sul vaccino contro il Covid 19 in un progetto congiunto con il Jenner Lab di Oxford che da molto tempo si occupa dei “coronavirus” e ha lavorato su SARS e MERS.

Per comprendere meglio le caratteristiche del progetto “Covid 19 Vaccine Trial” potete consultare la sezione sul website: https://covid19vaccinetrial.co.uk/about

A loro va il nostro più grande “in bocca al lupo” !

<< Clicca qui e iscriviti al Club >>
2020-05-09T17:58:57+00:00aprile 15th, 2020|
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie policy. Leggi di più Accetto