Intervistiamo in quest’articolo i membri del comitato direttivo di Innovation Club.

Davide Corna è un imprenditore con più di 20 anni di esperienza nel mondo ICT: guida la software house & digital agency Valeo Studio, punto di riferimento per la digitalizzazione delle aziende bergamasche. Recentemente ha fondato l’acceleratore per imprese digitali BeBad che ha già sviluppato 3 startup prodotto nei settori della Realtà Aumentata, Intelligenza Artificiale e Riconoscimento facciale.

Chiediamo a Davide Corna: che cos’è Innovation Club ?

“Innovation Club è un gruppo di imprenditori e di innovatori che hanno deciso di mettere a fattor comune i loro rispettivi know-how per lo sviluppo di progetti e iniziative legati ai più promettenti trend dell’innovazione. È un’associazione senza scopo di lucro che si pone l’obiettivo di essere un luogo di confronto, scambio di esperienze, idee, linguaggi e metodologie.
Innovation Club opera allacciando rapporti con altri soggetti legati al mondo dell’innovazione e, grazie al suo ruolo di abilitatore di iniziative, stimola la creazione di una rete con imprese, start up, incubatori, Centri di ricerca, Università e altre realtà locali anche su scala internazionale”.

Come e perché partecipare ad Innovation Club ?

“Ad oggi sono già più di 1.100 gli imprenditori iscritti al club: ci si può iscrivere sotto forma di semplice “socio sottoscrittore” inviandoci un messaggio con una richiesta oppure diventando un “socio promotore” che dietro il pagamento di un canone può partecipare da protagonista negli eventi e alle iniziative di comunicazione.”

Qual è la visione del club sul tema sempre attuale dell’Impresa 4.0 ?

“L’espressione Impresa 4.0 è collegata alla cosiddetta “quarta rivoluzione industriale”. Resa possibile dalla disponibilità di sensori e di connessioni wireless a basso costo, questa nuova rivoluzione industriale si associa a un impiego sempre più pervasivo di dati e informazioni, di tecnologie computazionali e di analisi dei dati, di nuovi materiali, componenti e sistemi totalmente
digitalizzati e connessi (internet of things and machines). Le linee guida dell’Impresa 4.0 che tocca tutti i processi dell’azienda non solo quelli produttivi ma anche vendita, strategia e posizionamento. Per questo parliamo più propriamente di Impresa 4.0. Innovation Club ha sviluppato strumenti specifici come il 4.0 Technology Canvas per analizzare e facilitare l’introduzione delle nuove tecnologie nelle imprese e offre un servizio di check-up gratuito.”

Qual è il rapporto tra Innovation Club ed il mondo universitario ?

“La collaborazione con l’università è un indicatore del grado di innovazione delle imprese. Innovation Club è impegnato a favorire e ad accrescere ogni occasione concreta di collaborazione tra le università e le imprese: dall’orientamento all’analisi dei fabbisogni di professionalità, agli stage, le tesi aziendali e i dottorati di ricerca. Per questo Innovation Club e i suoi partner collaborano già da tempo nel mondo della R&D italiana ed europea.”

Matteo Linotto è socio fondatore di Neosperience società oggi quotata su AIM Italia dove ha ottenuto la migliore prestazione azionaria negli ultimi 12 mesi. Neosperience che è la capofila di un gruppo composto da  società di consulenza e startup innovative.

Chiediamo a Matteo Linotto perché hai deciso di partecipare alla fondazione fondare il
club ?

“Credo fortemente che l’innovazione sia figlio di un processo di conversazione con persone diverse. Grazie al confronto non solo ci si può arricchire ma possono nascere delle sinergie imprenditoriali e anche delle aziende.”

Quali sono le attività di supporto che può ottenere un’azienda dai professionisti del club ?

“L’innovazione è il motore della crescita. Il futuro di un’azienda dipende dalla capacità di introdurre più rapidamente dei nostri concorrenti le innovazioni più significative. Il futuro ci riserva molte sfide. Per vincere una concorrenza sempre più globale è cruciale che introduciamo prodotti sempre nuovi e perfezioniamo quelli esistenti.  Innovation club offre la progettazione dei sistemi di business innovativi. Individuazione delle metriche e degli strumenti di monitoraggio per favorire l’evoluzione della tua azienda verso uno sviluppo esponenziale. Il supporto che un’azienda trova all’interno del club nell’individuazione e sfruttamento delle migliori opportunità per rispondere a tre importanti domande:
Come innovare i processi collaborativi e di vendita?
Come arricchire il proprio prodotto di servizi digitali?
Come sviluppare un modello di business vincente?
Tutto questo attraverso un osservatorio sulle nuove tecnologie e gli ambiti di applicazione che collabora con convenzioni in Italia e all’estero con università, istituti di ricerca ed enti equiparati.”

Cosa hanno mostrato i risultati della recente survey del club ?

“Tra marzo e maggio del 2019 è stato spedito un questionario a oltre 1000 aziende del territorio delle Lombardia Orientale (Brescia, Bergamo, Cremona e Mantova) con 4 semplici domande. Il campione sono state aziende con un fatturato compreso tra 15 Milioni ed il miliardo di Euro di Fatturato. Da questo invio e dalla seguente azione di call telefonica si sono ottenute 274
risposte.
Da queste abbiamo potuto riflettere su:
✓ La forte volontà di crescita ed investimento delle aziende del territorio;
✓ La profonda consapevolezza che la tecnologia diventerà l’asset che determinerà il nuovo
differenziale competitivo;
✓ La crescente importanza dei processi collaborativi e degli strumenti tecnologici per la vendita sui
canali digitali;
✓ La forte esigenza dell’innovazione del prodotto e del modello di business dell’azienda;
Il desiderio di comprendere a fondo tecnologie come l’Internet of Things, la Blockchain e
l’Intelligenza Artificiale.”

Matteo Gustinetti è esperto di fundraising e strategie di capitalizzazione. Dopo anni di esperienza nella gestione di progetti comunitari  fonda la società di consulenza Conlabora. Particolarmente esperto dei processi di open innovation e open integration, è advisor di numerose startup innovative, portali di equity crowdfunding e incubatori d’impresa. È professionista accreditato dall’EASME, l’agenzia europea per le PMI e mentor di Startup Geeks.

Chiediamo a Matteo Gustinetti: come può essere finanziato oggi un progetto innovativo ?

“Oggi come non mai il mercato delle fonti finanziarie disponibili si è molto ampliato, grazie anche agli incentivi posti in essere dal piano Industria 4.0, dal regime agevolativo per Startup e PMI innovative e dall’avvento del crowdinvesting. Un’ottimale strategia finanziaria di reperimento e gestione dei capitali deve però strutturarsi in coerenza con il processo di innovazione, costruendo un mix finanziario adatto a sostenerne le fasi di Ideazione, Sperimentazione e Implementazione operativa. Il ricorso alle fonti alternative, se ben impostato, può così rivelarsi essenziale ai fini della massimizzazione dei benefici finanziari e fiscali ottenibili da un investimento in un progetto innovativo, sia per vie interne che per vie esterne”.

Cosa fa Innovation Club per le startup ?

“Stiamo ideando un percorso di formazione e accompagnamento alle startup nella formula di una masterclass on line, basata sui principali aspetti di cui tenere conto nella fase di early stage; in particolare, prevediamo dei contenuti pratico-teorici rivolti sia a startupper sia a consulenti/manager attraverso 10 lezioni sugli argomenti seguenti:
✓ Come valutare il potenziale di un’idea imprenditoriale
✓ Strategie di Brand Positioning & Competitive Intelligence
✓ Come realizzare un Pitch efficace
✓ Utilizzare il Technology Canvas per comprendere il proprio posizionamento competitivo
✓ Come tutelare il proprio sforzo creativo
✓ Come sfruttare le agevolazioni finanziarie e quali canali utilizzare i canali per trovare risorse
✓ Il momento giusto per il go-to-market
✓ Come impostare una strategia di Corporate Venture Capital (CVC);
✓ Il mindset di uno startupper e la gestione del team
✓ Inspirational case study: storie di startup e imprese di successo
Al termine della Masterclass si organizzerà un evento dove le migliori startup saranno premiate.”

Qual è il legame tra il mondo delle Startup ed il sistema industriale ?

“Secondo uno studio dell’Osservatorio Startup Intelligence del Politecnico di Milano, in Italia il 70% delle Grandi aziende fa ricorso a strategie di open innovation. Anche le PMI possono usufruire dei benefici legati a tali strategie, sviluppando o integrando una startup per innovare o ampliare il proprio modello di business; un progetto di Corporate startup può rivelarsi davvero efficace nel processo di trasformazione digitale, laddove la combinazione di dati, servizi e tecnologie può portare ad un maggiore livello competitivo. La startup per contro può beneficiare di una struttura commerciale già consolidata e di un supporto a livello manageriale.”

Per maggiori informazioni su innovazione club iscriviti qui:
http://www.innovationclub.it/contatti/

<< Clicca qui e iscriviti al Club >>
2019-07-08T18:09:05+00:00luglio 8th, 2019|
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie policy. Leggi di più Accetto